giovedì 1 dicembre 2016

Twitter e Weibo

Una immagine che dice praticamente tutto!
Se volete approfondire ecco un mio post sul tema:
http://turismocinese.blogspot.it/2016/08/perche-consiglio-weibo.html

qui invece il link dell'articolo che ha pubblicato la sintesi che vedete in alto:
https://news.vice.com/story/weibo-the-twitter-of-china-is-adding-users-10-times-as-fast?utm_medium=social&utm_source=twitter


Dimenticavo: Weibo’s Monthly active users (“MAUs”) grew 34% year over year to 297 million in September 2016, 89% of which were mobile users.

giovedì 17 novembre 2016

Il turismo cinese oltre gli stereotipi

Oggi, su Radio 24, è andata in onda una mia intervista sul turismo cinese.
Ho avuto l'onore di essere intervistato da Giovanni Minoli, che poi ha condensato l'intervista in alcuni tweet che vedete nell'immagine.
Si tratta dei fondamentali per una comprensione del turismo cinese, oltre gli stereotipi e oltre i fondamentalismi di una scuola di pensiero "antiquata" che purtroppo continua ad essere dominante nel nostro settore.
Se questo approccio vi interessa aderite anche voi a chinese friendly Italy www.italychinafriendly.com

lunedì 7 novembre 2016

Il turismo cinese oltre i dati



A fine 2016 saranno 133 milioni i viaggi dei cinesi all’estero, erano stati 120 milioni nel 2015. In Cina il turismo non mostra segni di flessione, ma cosa c'è dietro i dati sempre più giganteschi del turismo cinese?
Intanto direi che poiché non tutto va a gonfie vele neppure in Cina, anche i turisti cinesi stanno rivedendo il loro modo di fare vacanza, e mostrano sempre più interesse verso proposte nuove e personalizzate.
In crescita le crociere, i viaggi di nozze, le proposte legate agli sport, come escursionismo, sci, cicloturismo…, in crescita anche le proposte natura, avventura, e benessere.
Il turismo cinese presenta dunque un volto nuovo che spinge gli operatori italiani ad andare oltre gli stereotipi. 

Parlerò di questo il 16 novembre a Milano in occasione di Bitz Travel, assieme agli esperti che vedete nel programma qui sotto.
ecco il link con l'evento che si terrà alle 14.30 http://www.biztravelforum.it/agenda/16-novembre-2016/
e qui come fare per registrarsi ed entrare gratuitamente a BitzTravel http://registrazione.biztravelforum.it


Ecco il programma definitivo della Tavola Rotonda sul mercato cinese in programma a Milano il 16 novembre, alle 14.30 a BizTravelForum
Moderatore
Giancarlo Dall’Ara - Responsabile Chinese Friendly Italy,
Ospiti
Francesco Palumbo - Direttore Generale Mibact, Renzo Iorio - Amministratore Delegato e Direttore Generale Accor Italia, Mariangela Pira - Giornalista, Milano Finanza, Tony Li - Managing Director, Luxury Traveler, Antonello Lanzellotto - Managing Director, Made in UVET, Deng Dan - Accompagnatrice Turistica, Yiqing Dong - Italy Tour Specialist, Utour ,

mercoledì 26 ottobre 2016

Ctrip, presente e futuro del n.1 in Cina


Leader del mercato cinese con 250 milioni di utenti dichiarati, Ctrip è una piattaforma unica nella quale un turista può trovare tutti i servizi che possono essere utili per un viaggio: dalle prenotazioni aeree o ferroviarie, al noleggio delle automobili, alla sistemazione ricettiva in 180 Paesi del mondo, ai servizi di assistenza (in aeroporto, nella destinazione….), alle assicurazioni, ai visti, con diverse modalità di pagamento.
Nata nel 1999, Ctrip è rapidamente arrivata ad occupare la posizione di leader tra le Online Travel Agency cinesi, e negli anni è riuscita ad acquisire, “in toto” o in parte, i suoi concorrenti, recentemente anche ELong, suo storico rivale.
Così oggi Ctrip è in grado di seguire i desideri di un viaggiatore prima, durante e dopo il viaggio. Compara i prezzi, suggerisce mete e itinerari, prenota visite, raccoglie i commenti (quelli pubblicati sono 30 milioni), e come già detto, ci si può servire di Ctrip anche per noleggiare auto, o prenotare viaggi in pullman o in nave.
Quando mi sono recato nella sua sede generale, poco più di un anno fa, Ctrip contava 12 mila impiegati, 4 mila dei quali al call center.
La sua App, che è stata scaricata 600 milioni di volte, è disponibile in una decina di lingue.
Tutto bene dunque? Non tutto. Ctrip detiene attualmente circa ¼ del mercato cinese del turismo online, seguita da Tuniu, con circa il 15%; si tratta di una quota per certi versi straordinaria, ma non esaltante se confrontata con quella di qualche anno fa. Inoltre i concorrenti rispetto al passato sono più agguerriti e non è facile per un generalista come Ctrip riuscire ad essere competitivo, e a rispondere al meglio alle domande di un mercato che nel frattempo è diventato molto diversificato. Ma Ctrip continua ad avere una marcia in più rispetto ai concorrenti, una visione e le risorse per continuare a restare leader ancora a lungo.
Giancarlo Dall’Ara


sabato 15 ottobre 2016

Il mercato cinese: convegno al TTG di Rimini


"Risultati, target, bacini e previsioni. Sono questi i quattro motivi per credere e puntare sulla Cina secondo Giancarlo Dall'Ara, responsabile del network Chinese Friendly Italy.
A visitare l'Europa nel 2016, secondo le previsioni, saranno 13,5 milioni di cinesi, con un incremento di oltre un milione di persone rispetto all'anno scorso.
Il mercato cinese, in secondo luogo, ha tantissime potenzialità per ogni tipo di offerta e di target, che ancora molti operatori non hanno raggiunto.
"Pensate ad esempio al segmento del turismo termale", spiega poi Dall'Ara, "sì, ci sono dei nomi che sono andati in Cina, ma nessuno ancora è riuscito a creare un mercato e a diventarne leader".

Infine, le previsioni con un dato che per il turismo proveniente dalla Cina potrebbe avere effetti dirompenti: "Ad oggi - rivela Dall'Ara - solo il 5 per cento della popolazione cinese possiede un passaporto".

dall'articolo di Adriano Palazzolo, TTG Italia 15 ottobre 2016 


e qui le mie slides