lunedì 13 giugno 2011

Latino





Non è un fenomeno di massa, non può esserlo, ma la Cina scopre una strana voglia di latino. A Pechino l’Università di Studi stranieri (Bfsu, o Beiwai) ha una cattedra, un’altra è all’Università del Popolo, diversi atenei hanno corsi meno strutturati ma comunque operativi, anche la Cass (l’Accademia di Scienze sociali) prevede lezioni di latino. Alla Bfsu, un corso estivo che si immaginava potesse accogliere una trentina di studenti ha ricevuto 261 adesioni. (cfr Marco del Corona, Corriere.it)

Giugno 2011

Nessun commento:

Posta un commento