martedì 6 dicembre 2011

Il mercato cinese antidoto contro il pessimismo

Il mercato cinese è una buona cura contro il pessimismo di tanti operatori turistici. Ed è uno stimolo per quelli che invece credono nelle risorse turistiche del nostro Paese, e hanno voglia di cambiare Scenario.
L’ITB World Travel Trends Report per il 2012 stima che il movimento turistico asiatico verso l’estero aumenterà del 5%, con la Cina in prima fila, seguita dall’India e da tutto il Sud Est asiatico. Dunque coraggio! Non fatevi intimidire dai problemi delle distanze o dalla lingua. Erano gli stessi problemi che avevano le generazioni prima di noi, quando pensavano ai Tedeschi o agli Scandinavi, o agli Americani. Dunque basta con il declinismo, questa malattia del turismo italiano che vede solo le cose che non vanno bene.
E, anche se qui parliamo di Cina, vogliamo sottolineare che tornano ad essere buone anche le previsioni dal Giappone, gli esperti ritengono infatti che dal 2012 l’industria turistica giapponese tornerà a viaggiare con il segno + anche grazie all’inserimento del Giappone nella rete interasiatica delle compagnie aeree low cost. E vedrete che gli effetti si faranno sentire anche da noi, se sapremo cogliere tutte le nuove opportunità.

Nessun commento:

Posta un commento