domenica 4 marzo 2012

Cina: secondo mercato mondiale del lusso

Vi segnalo poche righe dell'articolo di Romano Prodi pubblicato su Il Sole 24 Ore il 23 febbraio: "Sono invece più modeste, seppure con grandi prospettive di crescita, le importazioni di beni di consumo. La Cina ha smentito le facili previsioni di chi la considerava subito pronta ad aprirsi a stili di vita differenti, da raggiungere attraverso l'acquisizione di prodotti stranieri. I paesi specializzati nei beni di consumo, e tra questi principalmente l'Italia, soffrono ancora della scarsa apertura del mercato. Una miscela di resistenze culturali, alti prezzi dei prodotti importati, lentezze nella distribuzione, nazionalismo dei consumi, ha finora privato l'industria italiana di uno sbocco commerciale che invece le era stato più rapido verso altri paesi. Fa eccezione a questa impasse il comparto del lusso, del quale la Cina rappresenta il secondo mercato mondiale. Ironicamente, il lusso si unisce a petrolio e macchinari: la Cina ne acquista perché non ne ha e la sua domanda è già sostenuta. Naturalmente occorre lavorare per essere in prima linea quando la nuova domanda dei beni di consumo comincerà ad esprimersi in grandi quantità, come è già il caso del vino dove tuttavia il mercato di importazione vede come protagonisti iniziali soprattutto i francesi.
Ecco dove leggere l'articolo integrale http://www.ilsole24ore.com/art/commenti-e-idee/2012-02-23/occasioni-cina-ritardi-italiani-081518.shtml?uuid=AaAj6FwE


Se poi volete anche sentire e vedere la canzone del momento in Cina (Segnalata da TuttoCina.it eccola
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=JnNT-DSsb1w#t=133s

Nessun commento:

Posta un commento