lunedì 12 marzo 2012

La Cina oggi


"Pensiamo alla Cina di oggi: sotto un cielo fosco crescono foreste di innumerevoli palazzoni e le autostrade si intersecano in reti più fitte di quelle fluviali; la merce in vendita in mercati e centri commerciali è una festa per gli occhi: sulle strade, viavai di gente e ingorghi di automobili; e poi il trionfo chiassoso dei cartelloni pubblicitari e delle luci al neon, night club e centri massaggi in serie; negozi di estetica e saloni di massaggio ai piedi, uno dietro l'altro, fitti come i denti di un pettine... e ristoranti sontuosi e monumentali, distribuiti su tre, quattro piani, ampi come aule magne e suddivisi sui quattro lati in lussuose salette private dove due, tremila persone dalle facce rubiconde sbevazzano e s'ingozzano".
"Si può dire che la Cina di oggi sia un paese dalle enormi disparità, è come se ci muovessimo in una realtà di luci rosse e sfarzo da una parte e macerie e rovine dall'altra. Per dirla altrimenti è come se fossimo seduti in un teatro bizzarro dove, contemporaneamente, vanno in scena una commedia su una metà del palco e una tragedia nell'altra"
Yu Hua "La Cina in dieci parole" Feltrinelli 2012

Nessun commento:

Posta un commento