venerdì 16 marzo 2012

La via toscana verso il mercato cinese

E' di ieri la notizia della nascita di una rete di operatori toscani per sviluppare l'incoming. La segnalo, perché tra tante iniziative estemporanee verso il mercato cinese, qui si intravvede una strategia che potrebbe portare qualche buon risultato. "Affronteremo il mercato turistico cinese andando ad intercettare i flussi di questo grande Paese e creando un sistema di offerta che permetta ai diversi turisti cinesi la scoperta delle bellezze autentiche della Toscana, anche in rispetto del loro modo di viaggiare, le loro abitudini, i loro usi e costumi", così spiega Pia Carminelli di Better Tuscany, t.o. incoming che aderisce all'integrazione d'imprese toscane pronte a promuoversi in Cina in maniera integrata.  A conduzione dell’importante progetto con l’organizzazione di un “ufficio diffuso” sul territorio toscano, i professionisti che si sono divisi le responsabilità dei vari reparti del "Super Tour Operator" sono il Presidente Marcello Mariotti di Primavera Viaggi, e altri operatori. Parte dalla Toscana una nuova avventura imprenditoriale nel settore del turismo. Il 29 febbraio scorso, dall’unione di un gruppo di operatori che hanno aderito al progetto di promozione turistica “TED – Tourist Experience Design per il mercato cinese” di Toscana Promozione, è nato un nuovo "Super Tour Operator". Un’aggregazione di imprese/tour operator incoming e outgoing della Toscana che punta a costruire un posizionamento strategicamente difendibile di lungo periodo del sistema turistico regionale, proponendo un'offerta integrata e strategie di promo-commercializzazione dei prodotti turistici coerenti con le aspettative dei mercati turistici cinesi. (GuidaViaggi di ieri)

Nessun commento:

Posta un commento