venerdì 29 giugno 2012

Cosa fanno gli altri: il Canton Ticino e la Cina


Riprendo di seguito alcune righe della bella Tesi di Laurea di Francesca Saibene, citata in fondo al post: "I rapporti tra Svizzera e Cina risalgono tra il diciassettesimo e diciottesimo secolo e nel 1918, dopo la caduta della dinastia Qing, la Cina e la Svizzera suggellarono le loro relazioni mediante la conclusione di un trattato di amicizia.
Nel 1950 la Svizzera è tra i primi paesi a riconoscere la Repubblica Popolare Cinese e dal 2002 la Repubblica Popolare Cinese è il partner economico più importanti della Svizzera in Asia e le loro relazioni si sono allargate in diversi campi: politica, economia, migrazione, scienza e tecnologia, formazione, ambiente, salute, turismo e cultura. Nel 2004 è stato firmato il protocollo d'intesa sul turismo tra i due paesi e il 25 settembre 2007 è stato concluso un Memorandum d'intesa fra la Svizzera e la Cina allo scopo di intensificare le consultazioni politiche e di approfondire le relazioni bilaterali. Una ulteriore occasione che ha permesso a Lugano e al Ticino di promuovere la propria immagine nel “cuore economico” della città della Cina: Hangzhou (Hángzhōu 杭州), Ningbo (宁波市) e Shanghai (Shànghǎi 上海)è stato nel giugno 2006. La Delegazione ufficiale delle città di Lugano e del Canton Ticino dopo un intenso viaggio tra le città cinesi come Shanghai (Shànghǎi 上海), Songjiang (Sōngjiāng 松江区), Hangzhou (Hángzhōu 杭州) e Ningbo (宁波市) avevano promosso la “costruzione” di un ponte tra Cina e il Ticino con l‟obiettivo di sottoscrivere accordi di collaborazione a livello di Città e a livello di Cantone. Oltre a questo, è stata l‟occasione per presenziare alla cerimonia di apertura del nuovo Fox Town (con il proprio sito anche in lingua cinese http://www.foxtown.cn/cn.html) all‟interno del quale è presente uno stand informativo permanente della Città di Lugano, in collaborazione di Ticino Turismo e Lugano Turismo con fotografie, video, documentazione e punto internet per far conoscere il proprio potenziale economico, turistico, culturale e accademico. Si tratta di un‟antenna di Lugano in Cina che nel corso degli anni conoscerà diversi momenti di presentazione della realtà economica e culturale del Ticino. L‟11 giugno 2006, Ticino Turismo ha organizzato una conferenza stampa sul Ticino assieme a Svizzera Turismo e alla presenza del Console della Svizzera a Shanghai (Shànghǎi 上海), i giornalisti cinesi presenti del settore del tempo libero e del turismo hanno potuto apprezzare i vini e la gastronomia ticinese e conoscere la musica locale. (…)
La città di Lugano ha aperto un nuovo capitolo nella sua politica di relazioni con le città del mondo sottoscrivendo un accordo con la Città di Hangzhou (Hángzhōu 杭州) firmando la carta d‟intenti che porterà la nascita di scambi nel campo del turismo, della formazione accademica e scientifica, dell‟economia, della sanità, dell’arte, della cultura e dello sport".

"L'incremento dei flussi turistici cinesi verso l'Euopa e il sistema turistico comasco: criticità, risorse e opportunità" di Francesca Saibene. La tesi è stata discussa nel mese di luglio 2010 all’Università degli Studi dell’Insubria in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale.
(francesca1204@hotmail.it)

Nessun commento:

Posta un commento