giovedì 10 gennaio 2013

82 milioni di cinesi sono andati all'estero nel 2012



Sono stati circa 70 milioni i turisti cinesi andati in vacanza all'estero nel 2011, dovevano essere - secondo le previsioni - 80 milioni nel 2012 e comincia già a circolare il dato di 82 milioni.
Se confermato, significherebbe una crescita del 17% e soprattutto renderebbe possibile il traguardo di 200 milioni di cinesi all'estero nel 2020!
Al di là del numero straordinario (anche se come è noto il dato registra anche i cinesi che vanno a Hong Kong e Macao), resta il fatto che la previsione dell'OMT fatta a metà degli anni '90 - e allora accolta con molto scetticismo - che ipotizzava 100 milioni di turisti cinesi nel 2020, viene adesso raddoppiata!
Ancora una volta questi dati impongono al nostro sistema paese di affrontare la Cina con serietà e lungimiranza. Fino a poco tempo fa tutto era frutto di "creatività" dell'ultimo minuto, e di qualche fiera turistica. Oggi sembra che l'intenzione sia quella di puntare sui Social Network (ottima scelta, sperando non sia stata dettata solo dalla moda; dunque vedremo).
Il fatto è che la Cina non si affronta solo con la promozione, o con quello che pensa di fare l'ENIT. Ed è questo il filo conduttore di questo blog, ma occorrono una visione, un pò di coordinamento, un pò di conoscenza del mercato e della cultura cinese, qualche intervento sull'accoglienza, un pò più di professionalità, qualche prodotto "nuovo" e un approccio relazionale che si può avviare solo se ognuno dei soggetti in campo (dal T.O. all'albergo, dall'Ente turistico allo Iat, dal ristorante al negozio, dall'agenzia di viaggio al Consorzio di operatori) fa la sua parte.

Nessun commento:

Posta un commento