venerdì 25 gennaio 2013

E' ora di ripensare al marketing che facciamo in Cina (3)




La maggior parte delle Istituzioni turistiche italiane non ha una strategia sul mercato turistico cinese, non ha soprattutto una visione. Quasi tutte però hanno in programma delle iniziative promozionali (fiere, delegazioni in Cina, educational...). Sul versante privato il panorama non è molto diverso. La posizione dominante è quella di attesa.
Intanto la Cina continua a correre: a fine 2012 erano 528 milioni gli utilizzatori di internet in Cina, 450 milioni gli utilizzatori di telefonia mobile. Si stima che il 71% dei viaggiatori cinesi di lusso sia influenzato nella scelta delle destinazioni turistiche dai commenti online.
E' davvero ora di cambiare approccio al mercato turistico cinese.


Ne abbiamo parlato ad Amalfi (le immagini sono dell'Arsenale, dove si sono svolti gli incontri). Molto si può fare sulla rete, imparando a conoscere il panorama del web in Cina, ed a sfruttare le opportunità che offre, e molto si può fare nel territorio con il marketing dell'accoglienza.

Nessun commento:

Posta un commento