venerdì 7 marzo 2014

Il Quotidiano del Popolo intervista il Sindaco di Rimini


Il principale quotidiano cinese scopre Rimini. “Rimini, la città balneare che si trasforma in città globale” è il titolo dell’articolo pubblicato qualche giorno fa sulla pagina esteri del quotidiano cinese “Il quotidiano del Popolo” a firma di Shi Ke Dong, corrispondente in Italia della testata, che ha intervistato il Sindaco Andrea Gnassi sul tema dell’urbanizzazione. “Il quotidiano del Popolo” ha scelto Rimini come caso emblematico di una città che ha vissuto sulla sua pelle un’urbanizzazione “pervasiva” e che ora ha cambiato passo, con un approccio che vuole coniugare la trasformazione urbana con uno sviluppo sostenibile, non più quantitativo ma qualitativo. Nell’articolo si racconta Rimini come “la città italiana di mare che sta investendo nella trasformazione urbana dei luoghi identitari e degli spazi della città, per rispondere alle nuove esigenze dei turisti globali, soprattutto di coloro che vivono nelle grandi metropoli e che sono più desiderosi di lasciare il trambusto della città per godersi il paesaggio naturale e il ricco patrimonio di risorse storico-culturali di Rimini e del suo entroterra”.

Rimini dunque continua ad essere al centro dell’attenzione dei media cinesi. L’ampio servizio sul “Quotidiano del popolo” – il quotidiano nazionale in lingua cinese più letto nel Paese – arriva a quasi un anno di distanza dalla partecipazione al popolare talk show della rete televisiva cinese CCTV4 "City one to one", dove Rimini fu scelta quale città simbolo delle vacanze degli italiani. In quell’occasione Rimini si presentò per 45 minuti davanti alle telecamere dell’unico canale della tv di Stato cinese ad avere una diffusione oltre che nazionale anche internazionale, come piattaforma dell'accoglienza da cui visitare il Bel Paese e come sintesi dell'italian life style.

“L’attenzione dei media cinesi su Rimini è una grande opportunità per il nostro distretto turistico. Rimini ha diverse carte da giocare con il mercato cinese – commenta il Sindaco Andrea Gnassi da Berlino, dove è in corso l’Itb, fiera internazionale del turismo. Posizione centrale, vicinanza a mete molto conosciute e amate in Cina, una perfetta sintesi dello stile di vita italiano per gastronomia, shopping, storia e cultura, uno splendido entroterra non inquinato, tema quest’ultimo di grandissima attualità e interesse turistico in Cina. Nel mercato turistico cinese sta crescendo la domanda di un turismo individuale che oltre alle rotte classiche delle città d'arte italiane cerca destinazioni nuove. Non dimentichiamo che la Cina è il mercato turistico numero uno al mondo quanto a turismo in uscita e quanto a spesa dei turisti all’estero e che per l’Expo 2015 è atteso un milione di cinesi. Inoltre la Cina è il paese più ‘connesso’ e più ‘social’ al mondo. Non possiamo permetterci di ignorare questo mercato”.

 Rimini è una delle pochissime località turistiche italiane che ha un sito web concepito in cinese (www.rimini.cn) e non, dunque, una semplice traduzione, che ha realizzato materiali cartacei di informazioni turistiche in mandarino, che ha aperto un account su Sina Weibo, il Twitter cinese, che ha attivato un circuito di hotel di Rimini ‘amici’ della Cina e che ha nuovi progetti in cantiere in collaborazione con Apt Servizi, Unione Costa e Rimini Reservation.


Nessun commento:

Posta un commento