domenica 10 agosto 2014

Il mercato turistico cinese



Ho iniziato da pochi giorni a collaborare con l'agenzia stampa AGI China 24. Alessandra Spalletta, la direttrice, mi ha offerto uno spazio di approfondimento sul mercato turistico cinese. Più precisamente un Blog.
Se avete piacere pertanto c'è un altro spazio web dove trovare le mie riflessioni sulla Cina.
"Il mercato turistico cinese per molti operatori italiani resta un mistero.
Ed in effetti se si pensa a quanti aspetti di diversità lo caratterizzano, si può capire che non siamo di fronte ad un mercato dalla comprensione immediata.
La Cina è un mercato diverso dagli altri:
- per i suoi ritmi di sviluppo, mai registrati prima: dai 98 milioni di viaggi all’estero registrati nel 2013, si dovrebbe arrivare a 110 milioni in questo 2014,
- per i dati e le statistiche che lo riguardano non sempre facili da interpretare,
- per la sua storia molto particolare, molto antica ma anche molto recente se riferita al turismo outbound.
Se paragonato con i mercati turistici tradizionali i suoi tratti di diversità emergono immediatamente perché  quello cinese è fortemente intermediato, perché le Istituzioni marcano una presenza più importante che altrove, e direi soprattutto per una domanda che, anche quando chiede proposte tradizionali, nasconde motivazioni che non sono quelle alle quali gli operatori turistici italiani sono abituati. E se a ottobre dello scorso anno è entrata in vigore finalmente una legge che cerca di regolarlo in tutti i suoi aspetti, è stato anche per evitare che questa diversità lo rendesse ingestibile.
Ma ciò che credo sia interessante osservare è che non mancano neppure le somiglianze tra il mercato cinese e i mercati turistici tradizionali “maturi”, come la Germania o gli USA o la Gran Bretagna."
Trovate l'articolo integrale qui:
il blog di Dall'Ara su Agi China 24

Nessun commento:

Posta un commento