domenica 5 ottobre 2014

Il progetto Chinese Friendly Italy descritto da AGI CHINA 24


Vi propongo un articolo di 1 anno fa.
Roma, 20 sett 2013.- Curiosi, cordiali, esigenti, ma anche interessati solo allo shopping, tirchi con le mance e… ricchi. Dei turisti cinesi in vacanza oltre la Grande Muraglia è stato detto tutto e tutto il contrario, ma su una cosa gli operatori del settore sembrano essere d'accordo: in una Italia che fa fatica a rialzarsi dalla crisi, i flussi di viaggiatori in arrivo dall'ex Celeste Impero, i nuovi appartenenti alla classe media, rappresentano una manna dal cielo.  Ma come si accoglie un turista cinese? Cosa si aspetta? Come comunicare? E' da queste domande che nasce il progetto ItalyChina Friendly pensato da un team di ricercatori accademici, interpreti, traduttori e consulenti marketing, specializzati nel mercato turistico del Paese di Mezzo.

Il progetto, che per i destinatari avrà un titolo esclusivamente tradotto in cinese con "L'Italia Le dà il benvenuto", si rivolge su scala nazionale a tutti gli operatori turistici pubblici e privati, sensibili a questa tematica: strutture ricettive, ristoranti, agenzie di viaggio, tour operator incoming, musei, castelli, Comuni, Province, Regioni e club di prodotto.

“ItalyChina Friendly – spiega Giancarlo Dall’Ara, professore di marketing turistico e direttore del progetto - nasce dall’idea di lanciare prima di tutto un network di operatori turistici pronti ad accogliere il turista cinese; in secondo luogo vuole essere un marchio/etichetta di qualità che verrà sempre più riconosciuto dal viaggiatore cinese che visiterà il nostro Paese e usufruirà delle strutture aderenti al network da noi creato. L’obiettivo è quello di comunicare una particolare attenzione alla cultura cinese, nonché la presenza di alcuni standard strutturali e gestionali presso gli aderenti al progetto”.

In concreto chi aderirà alla rete ItalyChina Friendly – spiega la sinologa e curatrice delle traduzioni, Carlotta Trevisan - potrà usufruire di  servizi quali cicli di formazione per lo staff delle strutture, traduzioni di materiale scritto, eductour di tour operator cinesi, servizi di marketing e webmarketing su blog e social media cinesi. In più "ogni operatore virtuoso e, quindi in possesso di determinati standard qualitativi, riceverà una vera e propria etichetta ItalyChina Friendly, con tanto di attestato e targhetta ben visibile dal turista cinese in arrivo”.



Il progetto, che conta già una trentina di adesioni, fanno sapere i curatori, verrà inaugurato sulla rete a partire dal prossimo 28 settembre, grazie a un sito web dedicato agli operatori nella sua versione italiana e indirizzato al turista cinese nella sua versione in mandarino (www.italychinafriendly.com).

Agi China 24 (Sonia Montrella) parla di noi qui:
http://www.agichina24.it/home/in-evidenza/notizie/turisti-cinesi-il-progetto-che-aiuta-litalia-ad-accoglierli

Nessun commento:

Posta un commento