lunedì 2 maggio 2016

Il nuovo scenario del turismo cinese



Lo scenario dell’economia cinese, così come è emerso in questi ultimi mesi, ha costretto gli addetti ai lavori ad un revisione delle previsioni su turismo e vacanze.
Da un lato gli analisti ridimensionano i dati relativi allo sviluppo; naturalmente si conferma il trend di crescita, ma non sono più attesi i ritmi di incremento a due cifre ai quali eravamo abituati. Inevitabilmente alcune destinazioni “soffriranno” più di altre. Al momento, dati alla mano, le più penalizzate sono Hong Kong e Macao. E anche se Usa, Giappone, Australia, Thailandia, Maldive, restano al top delle preferenze, la maggior parte delle altre destinazioni estere del turismo cinese si dovrà accontentare di incrementi inferiori al 10%.
Dall’altro lato assisteremo ad una riorganizzazione delle vacanze, e dello stile di vacanza, da parte dei turisti cinesi: tour con un numero inferiore di mete, vacanze meno centrate sullo shopping, e shopping meno appiattito sui marchi globali, una maggiore ricerca di proposte con esperienze diversificate, certo originali, ma meno “vistose”, come da tempo raccomanda il partito. Il profilo del turista cinese che avanza è più price conscious e più attento ai fondamentali delle vacanza; e tra questi, per le vacanze in Europa, la sicurezza al primo posto. 

@GDallAra
tratto da: http://www.agichina.it/blog-giancarlo-dell-ara

Nessun commento:

Posta un commento