mercoledì 31 gennaio 2018

Anno Europa Cina, l'Italia è partita male, ma può recuperare



La cronaca dell'inaugurazione dell'anno Europa Cina conferma purtroppo che il turismo è senza regia.
Certo non mancano i documenti strategici, i convegni, le dichiarazioni, le missioni all'estero (ecco non mancano soprattutto le missioni "istituzionali" in Cina, che sono tradizionalmente numerose), ma il più delle volte si tratta di episodi, iniziative senza una visione, né continuità.
A mio parere il vero errore è stato non aver puntato a organizzare un anno "Italia Cina", ma avere deciso di farlo assieme ai nostri concorrenti! 
E sarebbe certo stato possibile, visto che il 2018 è anche l'anno Cina-Canada e Cina-Turchia.
Perché l'Italia non ha organizzato un anno del turismo "Italia-Cina"? Secondo me perché nei confronti del mercato cinese ci sono vecchi pregiudizi (e se seguite questo mercato da vicino, lo sapete bene anche voi), aggiunti ad un modesto livello di conoscenza, e un alto grado di improvvisazione, che purtroppo - al di là delle dichiarazioni e delle buone intenzioni - caratterizzano gran parte delle nostre Istituzioni. 

Ma se impareremo a fare rete, e se affronteremo il primo mercato turistico del mondo con una consapevolezza maggiore e un po' di innovazione, i risultati non mancheranno.


Sull'importanza del mercato cinese per Europa e Italia, vi anticipo i dati di Chinese Friendly Italy che trovate nell'articolo di Alessandra Spalletta (AgiChina). "Secondo Ctrip, che lo scorso anno ha visto un incremento del 26,3% delle prenotazioni in Europa, il Vecchio Continente come destinazione vale il 9,3% dei viaggi dei cinesi all’estero. Sono 12,4 milioni gli arrivi dei turisti cinesi in Europa secondo European Travel Commission. Le previsioni sono di raggiungere i 20 milioni di arrivi nel 2022”.


Turismo senza regia, rassegna stampa:


Cosa è successo al vertice Europa Cina, articolo di Alessandra Spalletta 

https://www.agi.it/economia/flop_summit_europa_cina-3401336/news/2018-01-23/

Ecco la cronaca di una figuraccia italica con la Cina

http://formiche.net/2018/01/20/cina-europa-turismo-italia-incidente-diplomatico/

Cina, vertice con sgarbo a Venezia Tutti i ministri italiani disertano https://www.ilgazzettino.it/nordest/venezia/cina_incidente_diplomatico_venezia_nessun_ministro_italiano_sgarbo-3496066.html


Sgarbo alla Cina: governo e Commissione europea snobbano la firma dei patti sul turismo sostenibile. 
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/e-adesso-governo-snobba-500-milioni-turisti-cina-1485316.html


“A Venezia assenti autorità italiane degne di questo nome, inutile il protocollo firmato, un Piano Strategico nato già vecchio, mal scritto e poco coerente con le esigenze del nostro tessuto produttivo”. Commento di Sefano Monti alla figuraccia italiana per l’inaugurazione dell’anno del turismo cinese in Europa
http://www.artslife.com/2018/01/26/lassenza-litalia-del-turismo-in-sintesi/

Dorina Bianchi e la figuraccia con la Cina
http://espresso.repubblica.it/internazionale/2018/01/29/news/dorina-bianchi-e-la-figuraccia-con-la-cina-1.317641

Oppure leggete questo commento (aiuto!): "Non siamo il Tagikistan – spiega il presidente dell’Autorità portuale -, né i paesi caucasici e non abbiamo bisogno della Cina per costruire le nostre infrastrutture: siamo l’Europa, un mercato da 400 milioni di abitanti, con grande potere d’acquisto

https://www.vvox.it/2018/01/21/turismo-massa-speriamo-cinesi-non-scelgano-venezia/

Europa, seconda meta del turismo cinese outbound



Nessun commento:

Posta un commento