sabato 10 febbraio 2018

Pan Yuliang, la pittrice di Shanghai



Ho letto da poco lo splendido libro di Jennifer Cody Epstein su Pan Yuliang (1895-1977): "La pittrice di Shanghai”, Rizzoli 2008.
Frutto di una ricerca durata molti anni, il libro permette di rivivere alcune delle vicende che hanno visto come protagonista Pan Yuliang, da quando uno zio la vendette ad un bordello, dal quale la liberò il futuro marito Pan Zanhua, alla sua esperienza di pittrice in Cina e in Europa, a Parigi soprattutto.
Pan Yuliang ha vissuto anche a Roma, ma il libro di quegli anni fa un solo rapido cenno. Sarebbe interessante, e mi piacerebbe molto saperne di più!
L’autrice ricostruisce anche le polemiche e le controversie che seguirono il suo lavoro in Cina, e che la spinsero a tornare definitivamente in Francia, dove morì nel 1977.

Molte delle sue opere, acquistate dopo la sua morte, sono oggi esposte a Pechino nel National Art Museum.

Nessun commento:

Posta un commento