domenica 17 febbraio 2019

Flussi del turismo cinese. Tesi di Laurea di Eliana Puzzo



Dal lavoro di tesi e dalle analisi effettuate è emerso che il turismo cinese costituisce ormai il maggior mercato turistico a livello mondiale. Le cifre sono sorprendenti, e colpisce particolarmente il fatto che queste siano ancora destinate ad aumentare.
Per la maggior parte dei turisti cinesi viaggiare e scoprire nuove destinazioni è un bisogno essenziale. Essi investono materialmente e immaterialmente nei loro viaggi, se il servizio offerto è all’altezza del prezzo e delle loro aspettative non badano aspese.
È inoltre emerso che il turista cinese non rientra più solo nella tradizionale tipologia del “Tour Eiffel e Gondola”, interessato ai soggiorni toccata e fuga e a scattare qualche fotografia davanti ai monumenti più importanti. Oggi il nuovo turista cinese è più sofisticato, è interessato a vivere l’esperienza delle nuove località, è orientato verso i viaggi individuali a discapito di quelli di gruppo e vuole calarsi nella realtà socio – territoriale del Paese visitato.
Il flusso di turisti cinesi è costituito sempre più da giovani con un reddito medio – alto. La particolarità di questo segmento di turisti è quella di essere molto legati al mondo del web. Caratteristica importante sulla quale si deve puntare è quindi quella di promuovere le bellezze locali sui social network cinesi, quali Weibo WeChat.
L’Italia si configura come una delle destinazioni preferite dai turisti cinesi: il patrimonio storico e culturale; la popolarità del Made in Italy; le eccellenze enogastronomiche; il “bel” paesaggio rappresentano dei punti a favore del “Bel Paese”. Tuttavia il sistema turistico italiano deve ancora fare molto per essere considerato all’altezza degli standard cinesi. I principali punti considerati critici dai turisti cinesi sono: la scarsità di collegamenti aerei diretti tra la Cina e l’Italia; la procedura complicata per l'ottenimento del visto; la scarsa professionalità una volta raggiunto il territorio italiano. Alcuni tra i must richiesti dal turista cinese sono: la disponibilità della connessione Wi – Fi; la presenza del bollitore in camera e un’adeguata preparazione linguistica e culturale degli operatori in lingua cinese.

Diverse sono le città italiane che si sono messe in moto al fine di rendere le proprie località accoglienti verso il potenziale turista cinese ma le attività che si possono svolgere per accoglierli nel migliore dei modi sono ancora molte. (…)
Le città sono infine in prima linea con il loro ruolo le protagoniste dei fenomeni turistici. Al fine di rendere una città più attrattiva sono indispensabili delle corrette politiche urbane di gestione e valorizzazione. Non è raro che una città venga considerata poco accogliente proprio perché non riesce a gestire in modo adeguato i flussi turistici in tutte le fasi previste. Inoltre fondamentale è l’organizzazione di eventi che costituiscono un forte elemento attrattivo per i turisti se adeguatamente pensati e organizzati.

Dalle conclusioni della Tesi di Laurea di Eliana Puzzo “Flussi del turisno cinese nel mondo e le sue certificazioni: aspetti internazionalei e nazionali” AA 2016 -2017 Università degli Studi di Milano


Nessun commento:

Posta un commento