giovedì 27 giugno 2019

Giuseppina Croci, emigrata in Cina a fine 800



Giuseppina Croci, prima italiana a emigrare in Cina, a fine 800
“Giuseppina  Croci (1863-1955) era nata a Castano Primo (MI) e quando aveva 27 anni intraprese da sola un viaggio per mare, da Genova a Shangai a bordo di un bastimento a vela, per lavorare nella filanda che il suo ex datore di lavoro aveva trasferito in Cina.
Tenne il diario dei trentasette giorni di navigazione in cui descrisse i porti in cui si era fermata, le città che aveva visitato e rimase sorpresa dal differente senso del pudore prima degli arabi, poi degli indiani, quindi dei cinesi. 
Arrivata dal proprietario della filanda, Daniele Beretta, si sentì al sicuro e abbandonò la scrittura per dedicarsi al lavoro. 
Tornò in Italia dopo cinque anni, con 30.000 mila lire in tasca, la conoscenza di due nuove lingue e molte “favole cinesi” da raccontare.
Giuseppina era nata quasi povera, figlia di un piccolo fabbricante di spazzole, era la prima di dodici sorelle alle quali aveva dovuto far da madre.”
Il suo racconto è custodito nel piccolo museo del diario di Pieve Santo Stefano

Il testo è tratto da:

Nessun commento:

Posta un commento