venerdì 12 luglio 2019

Accordo Italia Cina a difesa dei turisti



Riprendiamo da Katane, newsletter de Il Foglio a cura di Giualia Pompili (5 luglio)

"Sono ricominciati i pattugliamenti congiunti tra Forze dell'ordine italiane e cinesi. Questa volta in Cina: otto tra poliziotti e carabinieri, con le loro uniformi, saranno in giro a Pechino, Shanghai, Chongqing e Guangzhou e “aiuteranno a risolvere i problemi di sicurezza dei turisti italiani”. Ora, capirete anche voi che in quattro città che insieme fanno 90 milioni di persone, quattro poliziotti e quattro carabinieri non sono granché. L'obiettivo dell'accordo infatti non è tanto il pattugliamento italiano in Cina, ma il contrario: quello cinese in Italia. “Il pattugliamento congiunto è reciproco”, scrive Xinhua, “Sin dal maggio 2016, la Cina ha inviato tre gruppi di agenti di polizia per pattugliare le strade in Italia. I funzionari italiani hanno pattugliato congiuntamente Pechino e Shanghai nell'aprile 2017”. Ne aveva parlato Alessandra Spalletta qui.

Nessun commento:

Posta un commento