lunedì 27 luglio 2020

2020 anno Italia-Cina. Cosa abbiamo perso?

                                             Angela Baby, 102 milioni di followers su Weibo

2020, anno del turismo Italia-Cina. Cosa abbiamo perso?
Il professor Giancarlo Dall'Ara inquadra la situazione.
(...) In Cina ci sono borghi europei che hanno bucato lo schermo grazie a proposte uniche. E' il caso di Momchilovtsi, un villaggio bulgaro di 1.200 abitanti famoso per uno yogurt che renderebbe più longevi. In Cina il nome del borgo è diventato un marchio! Molto interessante è anche il caso di Kidlington, un villaggio nell’Oxfordshire diventato meta turistica senza avere nessun grande attrattore e senza campagne di comunicazione, ma semplicemente proponendo il vero stile di vita di un borgo inglese(...)
Relativamente al tema social media, in Italia da qualche tempo l’attenzione è tutta incentrata su WeChat, che per anni è stato leader. Può essere importante però sapere che in Cina i social media tra i quali scegliere sono almeno una dozzina, e WeChat pur essendo ancora leader in termini di utilizzo (1 miliardo di utilizzatori) non lo è più in termini di innovazione. Si pensi al fenomeno TikTok/Douyin e alla galassia dei social che hanno funzioni simili. WeChat è importante ma posizionarsi sui social meno affollati dai concorrenti può essere vincente.

Articolo integrale qui
https://www.informazionesenzafiltro.it/2020-anno-del-turismo-italia-cina-cosa-abbiamo-perso/

Nessun commento:

Posta un commento